Galleria La Nuova Pesa
Roma 1994

disegni preparatori

Nella mia immaginazione le lacrime sono legate a qualcosa di rigoglioso, eccessivo, a qualcosa che da un momento all’altro si riconverte in riso sfrenato: amo la comicità e forse per questo disprezzo l’ironia.
Bisogna abbandonare le cose alla loro solitudine, predisporsi all’invenzione, rendersi incomprensibili, e non per mancanza di affetto, ma per eccesso di cose da dire. Arrivare a un tale ingolfamento di idee da renderne impossibile la trasmissione: allora le immagini che ne deriveranno saranno realmente semplici e comprensibili. L’opera nasce dunque da un eccesso di significato che non può essere altrimenti dichiarato ed evocato se non dall’opera stessa.
La gioia che incontra lo sguardo della persona amata mi parla del deserto (popolato di piante); i miei occhi, non trovando un punto, una cosa su cui fissarsi, ma storditi dalla gioia piangono le immagini.
Spero che avremo ancora lacrime da spendere e occhi per piangere.

opere
Ph. Fabio Cirifino (Studio Azzurro)

per leggere il testo di Pietro Montani clicca qui

per leggere gli altri testi clicca qui

La Nuova Pesa Gallery, Rome 1994

preparatory drawings


In my imagination tears are linked to something luxuriant, excessive, to something that from one moment to the next changes to uncontrolled laughter: I love fun and perhaps because of this I scorn irony.
We should abandon things to their own solitude, prepare ourselves for invention, make ourselves incomprehensible, not for lack of affection, but because we have too many things to say. When ideas are flooding in, making it impossible to transmit them, then the deriving images shall be really simple and comprehensible.
Thus a work of art is created by an excess of meaning that cannot otherwise be declared and evoked, except by the work itself.
The joy I see in the look of my beloved speaks to me of the desert (populated with plants); my eyes, not finding a fixed point, something to concentrate on, but which are stunned with joy, cry images.

I hope that we will still have tears to shed and eyes to cry with.

works
Ph. Fabio Cirifino (Studio Azzurro)

to read Pietro Montani’s text click here
to read other texts click here