Galleri Volume!,
Roma, 1997-1998

Volume! inaugura il suo spazio in via San Francesco di Sales con una mostra personale di Alfredo Pirri. La galleria è stata rimodulata dall’intervento dell’artista. Si tratta di un percorso a tre tappe: nel primo ambiente vi sono una serie di sculture di ottone brunito poste ai lati del camminamento scavato dall’artista, sostituite successivamente con delle maschere in latice con colature di colore acrilico. Nel secondo ambiente sono composte e appoggiate per terra alcune trombe acustiche che diffondono nello spazio rumori di oggetti in caduta. Nel terzo spazio è stato costruito un “ponte” di cemento sollevato da terra che congiunge il secondo spazio con il piano stradale. La superficie inferiore del “ponte” è dipinta di azzurro, mentre la parte sottostante è “spolverata” con calce in polvere. L’ambiente, quindi, si tinge di azzurro per effetto della pittura sotto il percorso sopraelevato. Lungo il tragitto su una parete sono state collocate una serie di Squadre Plastiche riflettenti di colore rosa.

disegni preparatori

opera

ph. Marco Ciuffreda

 

per leggere il testo di Alfredo Pirri clicca qui

per leggere l’intervista di Andrea Lissoni clicca qui

Volume!, Via S. Francesco di Sales, Rome, 1997-1998

Volume! (Volume!) constitutes a course in three stages: in the first setting, a series of sculptures in burnished brass were placed alongside the footpath dug by the artist, the sculptures subsequently replaced by mask in latex rubber dripped with acrylics. In the second setting a number of ear trumpets had been arranged together and laid on the ground, giving out sounds of falling objects.
In the third space, a “bridge” had been constructed in cement, raised from the ground linking the second space with the street level. The lower surface of the “bridge” was painted blue, while the part below was “dusted over” with powdered line. The setting was thus taken on a shade of blue as a result of the painted area below the raised course. Along the way, on one wall a series of Squadre Plastiche (Plastic Squares) had been arranged reflecting a shade of pink.

preparatory drawings

work

ph. Marco Ciuffreda

 

to read the text of Alfredo Pirri click here 

to read the interview by Andrea Lissoni click here